Caricamento in corso...
titles
"
lago

La Riserva Forestale d’Onsernone, istituita ufficialmente nel corso del 2004, risulta essere un’area di ca. 781 (praticamente tutti boschi). Da non dimenticare che la superficie della riserva è inserita nel contesto della tutela naturalistica delle aree di frontiera italo-svizzera. Questo grande comparto boschivo comprende delle essenze arboree composte da faggete, lariceti, frondifere miste, resinose miste e quale caratteristica più importante l’abete bianco.

Tenendo conto dell’accessibilità e del tipo di bosco, sono state delimitate, rispettivamente prese in considerazione, 5 superfici di studio. Va comunque rimarcato che la ricerca sarà improntata con maggiore osservazione nella zona 1 per la presenza esclusiva di abete bianco. I funghi sono importanti bioindicatori. Questa indagine quindi, oltre che a fornire informazioni sulla ricchezza micologica della zona, potrà fornire preziose informazioni sulla qualità del bosco in generale. Non di meno gli scopi e le attività sono:
Scopi:

  • Rilevare le specie (stato attuale)
  • Predisposizione di mappe delle singole specie reperite nei perimetri delle 5 zone di studio.
  • Seguire l’evoluzione della funga (flora micologica) in relazione allo sviluppo del bosco con rilievi ad intervalli di circa 10 anni.

Attività:

  • Allestire un apposito database delle specie rilevate.
  • Divulgazione del progetto e diffusione dei risultati mediante comunicati agli enti interessati e ai partner coinvolti.
  • Pubblicazione dei risultati ottenuti e divulgazione su un sito web appositamente allestito.
  • Ampliamento dell’erbario micologico Ticinese presso il Museo di Storia Naturale.
  • Instaurare una collaborazione con altri enti pubblici o privati di comune interesse scientifico, iniziative locali, legate a specifiche tematiche.
  • Attività di divulgazione, valorizzazione e rispetto del patrimonio naturale.

Va in ogni modo rilevato che la superficie interessata presenta un buon stato di conservazione, con alberi secolari ed uno scarso impatto antropico dovuto al territorio assai impervio e poco accessibile, con scarpate e pendii scoscesi. Di conseguenza la ricerca di rilevamento sarà condotta in modo che questo ambiente sia mantenuto e conservato il più possibile. I rilevamenti saranno effettuati da micologi appartenenti ad associazioni o gruppi che si sono dichiarati disponibili a collaborare. Non sarà fissato in anticipo il programma e la frequenza delle uscite nei 5 perimetri di studio ma saranno effettuate in base a:

  • situazione meteorologica
  • momenti propizi di crescita o presunti tali
  • numero di collaboratori (ricerca e determinazione)

A livello svizzero vengono allestite rilevazioni della distribuzione territoriale dei funghi. I dati raccolti sul livello tra i 1'000 m.s.l.m ed i 1'400 m.s.l.m appaiono ancora relativamente scarsi e le relazioni di micorrìza sono indicate di grande interesse, ciò che darà ulteriore misura dell'importanza della ricerca su questo territorio della valle d'Onsernone.